Presentazione del calendario floreale di Maria Pia Luly Jones

Maria Pia Luly Jones, nata a Dosolo (Mantova), dopo aver frequentato il Liceo artistico a Roma e a Brera a Milano, inizia a collaborare con lo studio Studio Zagara di Nizza (Francia) dove disegna soggetti floreali per tessuti di arredamento.

La sua passione sono i fiori che dipinge con la tecnica dell’acquerello e matita su carta acquerello.

L’acquerello dell’artista Luly Jones  è raffinato e delicato è  “la pittrice dei fiori”  perchè  ritrae i particolari più affascinanti di ogni singolo fiore ricorrendo ad una tale precisione di segno da farli apparire veri. (http://ilcaffeletterario.org)

Nel 2011 Si è tenuta esposizione di acquarelli di Maria Pia Luly Jones “A Passion for Flowersche si è tenuta al Museo Bicknell di Bordighera
Nella stessa sede la Signora Luly Jones ha organizzato Corsi di pittura floreale –
– Mostra personale presso la “Maison du Patrimoine” a La brigue e Corso di pittura floreale

La pittrice dei fiori Maria Pia Luly Jones durante la premiazione allo Spoleto Festival Art


Nel 2012
 l’artista ha tenuto una mostra personale presso la “Maison du Patrimoine” a La brigue

Nel 2014 ha vinto il prestigioso Premio Spoleto Festival Art – sezione pittura che, come recita il proclama dell’associazione,ha lo scopo di “indicare e campionare al pubblico internazionale nomi di artisti, di sicura professionalità e competenza”; le opere che la pittrice ha portato in concorso sono state successivamente esposte a Bruxelles  presso il Parlamento Europeo.

Per concludere degnamente un anno che è stato così ricco di soddisfazioni, l’artista ha deciso di fare un dono speciale a tutti quelli che la seguono con assiduità, realizzando un calendario composto da 12 riproduzioni di sue opere ( Camelia, Weigela, Primavera, Pasqua, Ritorno,

Il calendario floreale

Agapanthus, Little Bunch, 3 Agosto, to a Baby Boy, Rose Ancienne, Tulips, Little Elegance) realizzate con la tecnica dell’acquerello e matita, accompagnate da una tavola inedita; parte del ricavato della vendita dei calendari sarà devoluto al Fondo per i Restauri della Chiesa di sant’Ampelio.

I suoi lavori sono stati definiti“… raffinati acquarelli carichi di dinamismo espressivo”

Precedente Ad Orlando piace il giallo Armando D'Amaro Successivo "Ad Orlando piace il giallo". Manuela Siciliani