“Metti una sera all’Hotel Parigi…Incontri con l’Autore”

Nella serata di venerdì 1 agosto 2014 abbiamo dato il via ad una nuova rassegna letteraria intitolata “Metti una sera all’Hotel Parigi…Incontri con l’Autore”.
Le presentazioni si svolgeranno ancora al’Hotel Parigi, sul Lungomare Argentina, come già avvenuto per gli incontri della precedente manifestazione “Estate in giallo”

Gli interventi in calendario questo mese spaziano nei più svariati generi letterari: dall’autobiografia romanzata al giallo, dal saggio storico alle scienze sociali

1 agosto: Giggi Poggiamorella – Non salutare papà
6 agosto: Lucia Morlino – L’amore infinito – Edizioni Alvorada;
8 agosto: Danilo Balestra –  La notte di San Lorenzo –  Atene Edizioni;                                                        10 agosto: Paolo Revelli – La seconda guerra mondiale nell’estremo ponente ligure – Atene Edizioni;
12 agosto: Fabrizio Carcano – Malatempora – Edizioni Mursia;
16 agosto: Ugo Moriano L’inganno del tempo – Fratelli Frilli editori;
19 agosto: Nadia Forte – Tu crea silenzio – Edizioni il Ciliegio;
23 agosto: Valerio Moschetti – Un uomo da mare;
26 agosto: Alessandra Roggia – Progresso è regresso – Progetto cultura.

Il libro che ha aperto la rassegna si Intitola “Non salutare papà”, è un romanzo autobiografico in cui l’autore racconta le mille  sofferenze vissute durante la dolorosa separazione dalla moglie e le ingiustizie subite durante il processo per l’affidamento della figlia.

La copertina del libro

Giggi, romano, è menestello e vernacoliere; le sue performance si ispirano alla produzione poetica di Trilussa di cui è un lontano discendente; la sua esperienza di padre separato ha fatto nascere in lui l’esigenza di mettere su carta la sua vicenda che rappresenta un atto d’accusa nei confronti del sistema legislativo in materia di divorzio e affido, completamente sbilanciato nei confronti dei padri.

Dopo il racconto duro e brutale dei fatti accadutigli durante l’infanzia, necessaria per capire quali sono le origini dei suoi comportamenti da adulto, e la breve parentesi serena rappresentata dai primi anni di matrimonio, iniziano le incomprensioni e i iltigi che sfoceranno presto nella separazione: una lunga battaglia senza esclusione di colpi in cui purtroppo non vince nessuno

Valerio Moschetti, Emanuela tralci, Giggi Poggiamorella e Donatella Tralci
Precedente "Uomini e un carciofo", personale di Mariarosa Gandolfo Successivo "Metti una sera all'Hotel Parigi...Incontri con l'Autore"... Lucia Morlino