Crea sito

FRANCIS SCOTT FITZGERALD, IL GRANDE GATSBY

Francis Scott Fitzgerald, uno dei maggiori scrittori americani del ventesimo secolo, è uno dei personaggi, che con la sua vita – leggendarie le favolose feste che diede durante il periodo newyorchese – e le sue opere, incarna maggiormente il mito sul Sogno americano.

Il suo romanzo più noto, considerato uno dei capisaldi della letteratura americana, è un ritratto dell’Età del Jazz, nota oltre che per la sua musica, per la prosperità economica, la cultura flapper, la libertà sessuale e gli speakeasies (i club che vendevano illegalmente bevande alcoliche). Fu “L’epoca più turbolenta e sgargiante nella storia degli Stati uniti” come la definì lo stesso autore.

Attraverso la storia di Jay Gatsby, un milionario che ha costruito la sua fortuna grazie al contrabbando di alcool, e della sua ossessione per Daisy Buchanan, Fitzegerald descrive con sguardo impietoso una società il cui unico obiettivo è la ricerca edonistica del piacere, insistendo in particolar modo su temi quali il divario di classe, l’ambizione, l’ossessione per la ricchezza e per lo status sociale e la corruzione e l’indifferenza che si nascondevano dietro la facciata sfarzosa della nuova borghesia americana.

Tra i tanti adattamenti cinematografici che conobbe l’opera è doveroso ricordare quello realizzato nel 1974 da Jay Clayton con Robert Redford nella parte del protagonista